La valutazione aziendale, strumento ideale per la ricerca del valore. | Exceed Italia
valutazione aziendale

La valutazione aziendale, strumento ideale per la ricerca del valore.

Valutazione aziendale, Perché?

La valutazione aziendale è divenuta una componente essenziale ed irrinunciabile nel bagaglio delle conoscenze di imprenditori, manager, operatori finanziari e professionisti solo negli ultimi decenni.
La valutazione aziendale assume particolare rilevanza in operazioni di fusione ed acquisizione (M&A), di quotazione nei mercati finanziari (IPO), investimenti nel capitale di rischio di società non quotate (private equity e venture capital).

Ma ancora, la valutazione aziendale risulta essere più significativa nel momento in cui viene utilizzata a supporto delle scelte strategiche di gestione e di massimizzazione del valore per gli azionisti ma soprattutto per tutti i portatori di interessi.

 

Valutazione aziendale, cosa significa?

Valutare un’azienda significa sintetizzare le caratteristiche qualitative e quantitative della realtà aziendale in un’espressione monetaria.

 

Che valore si deve avere dopo una valutazione aziendale?

Coloro che si imbattono in un processo valutativo aziendale non dovrebbero porsi come obiettivo quello di pervenire ad un preciso valore di riferimento, cosa peraltro alquanto complessa e difficile.

Ciò che andrebbe perseguita dovrebbe essere la determinazione di un giusto ed equo valore attraverso l’individuazione di un intervallo di valori entro cui si può presumere che possa trovare collocazione l’effettivo valore economico o azionario dell’azienda, e ciò a prescindere dalla metodologia valutativa che si intende adottare.

 

Quale metodo di valutazione aziendale scegliere?

E’ noto che in dottrina siano presenti svariate metodologie per la valutazione del capitale economico aziendale, con caratteristiche e peculiarità ben distinte tra loro.

Fondamentale, quindi, il valutatore deve avere le idee chiare in merito a determinati aspetti, privilegiando non solo l’ottica finanziaria, ma la stima di un valore aziendale partendo dalle ipotesi contenute nel piano industriale, in funzione delle quali poi adotterà il criterio specifico, motivando adeguatamente le scelte compiute.

In realtà proprio perché non esiste un metodo universale di valutazione, la scelta del criterio rappresenta una fase decisamente critica, influenzata da precise variabili endogene ed esogene quali il settore di appartenenza, caratteristiche e connotati aziendali oltre alle particolari fasi di vita in cui l’impresa viene a trovarsi nel momento in cui viene effettuata l’operazione di stima.

Al di là dei criteri pur oggettivi che si inseriscono nel processo di stima, un aspetto tecnico estremamente importante da non sottovalutare riguarda proprio l’individuazione e la scelta dei parametri di valutazione per qualsivoglia metodologia si intende adottare (si pensi alla scelta del tasso di attualizzazione nel metodo dei flussi o a quella dei multipli di mercato), per l’assunzione dei quali si richiede competenza, esperienza, razionalità e trasparenza.

 

La valutazione aziendale secondo Exceed:

L’obiettivo di un processo di valutazione varia in relazione al contesto in cui si rende necessario definire il valore di un’azienda.
La valutazione aziendale serve ad essere vincenti sul mercato, e dipende dalla capacità di creare valore per gli azionisti e per tutti gli stakeholders.

Le aziende devono essere concentrate e strategicamente allineate per creare valore, non solo utili!

Pin It on Pinterest

Torna su